Traslochi: nati per essere assurdi


Dopo “Born to be wild”… “Born to be off the wall” potremmo dire… parliamo di traslochi selvaggi, di traslochi assurdi… di situazioni borderline solo per impavidi.

Era una notte buia e tempestosa e c’erano lampi, tuoni, fulmini e saette. La pioggia cadeva fitta e… ho visto traslochi che voi umani non potreste neanche immaginare… scatoloni rappezzati, da combattimento accatastati in pila fino al soffitto raggiungere Proxima Centauri, ho visto l’ansia da trasloco balenare nel buio dei sonni notturni… e l’angoscia di perdere le proprie cose fa scrivere interminabili liste… ho visto amici costretti a passarsi scatoloni a mò di catena di montaggio che neanche in Modern Times… ho visto mezzi di fortuna solcare le strade con portabagagli semiaperti e con sportelli semichiusi… ne ho visti di traslochi che voi umani non potreste neanche immaginare.

Altro che monologo di Blade Runner…il nostro Scatolino ne ha viste di tutti i colori.

Inauguriamo la settimana dei traslochi più assurdi… ne avete viste delle belle? Postatele sulla nostra pagina Facebook con l’hashtag  #TraslochiBizzarri.
La foto più divertente e la più premiata dalla rete riceverà un buono Amazon del valore di € 10

Cosa state aspettando? Postate postate postate

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × due =