Professori fuori sede: casa cercasi

Frequentavo le scuole medie, per un anno ho avuto una professoressa calabrese, la ricordo bene: riccia, mora, quasi ogni lunedì con la sua valigia rossa. Pendolare su lunghe distanze. Divideva le sue settimane e la sua vita fra il lavoro e gli affetti, tra una cittadina nella Valle dell’Aniene e il suo paese natale, che non ricordo quale fosse. Ma ho ancora chiara la spossatezza del suo volto stanco e sudato, reduce da una lotta contro il tempo e contro l’imprevedibilità dei mezzi di trasporto italiani. Erano i primi anni 2000, sebbene meno diffuso, il problema dei professori fuori sede, che da un anno sta cavalcando l’onda dell’indignazione italiana, esisteva già.

All’epoca, nell’incoscienza dei miei 13 anni, non mi sono mai domandata se vivesse sola o meno. O meglio, ho dato sempre per scontato che, al di là di quel tran tran, passasse giornate tranquille in un appartamento tutto per lei. L’idea che un adulto potesse avere la necessità di condividere una casa con estranei non rientrava ancora tra le mie opzioni.

Invece, per molti professori oltre al danno c’è la beffa. Nulla di male condividere un’appartamento, soprattutto tra coetanei. Sono stata fuori sede e le mie coinquiline, compagne di viaggio, oggi sono la mia seconda famiglia. Nonostante sia un’esperienza che a vent’anni si affronta con spensieratezza, a volte non è semplice e per un adulto può essere ancora più complicato.

Quanti sono i professori fuori sede?

Diamo uno sguardo ai numeri dell’ ISTAT: non c’è una cifra certa del personale docenti ma i dati suggeriscono un numero superiore al milione nel territorio nazionale. Di questi più di 300 000 sono precari e costretti a spostarsi ogni anno per supplenze o contratti annuali.

Durante l’ultimo anno, con l’entrata in vigore del ddl La Buona Scuola, c’è stato un aumento delle assunzioni di oltre 15 000 posti, la maggior parte dei quali fuori dalla provincia di origine. Solo nella regione Lazio ci sono 464 scuole di II grado (287 a Roma) per un totale di più di 30 000 docenti (10 000 di sostegno), dei quali circa il 30 % professori fuori sede (più di 9000); nel comparto universitario, tra docenti e ricercatori, ci sono più di 1000 posti, la maggior parte dei quali, per forza di cose, è costretta a lavorare lontano dalla propria città.

Così i docenti si ritrovano fuori sede tanto quanto lo sono stati da universitari e quanto i loro studenti lo saranno in futuro. È una condizione che richiede una soluzione a monte, ma c’è chi, intanto, ha deciso di fornire un palliativo.

ProfessoreInAffitto.It

professori fuori sede

ProfessoreInAffitto.It nasce a Roma dall’esigenza chiara e forte dei ricercatori e professori fuori sede di trovare in modo semplice e veloce un alloggio ben collegato con la scuola, l’università e con i servizi essenziali per l’intero anno scolastico.

I professori fuori sede spesso sono costretti a scegliere camere/appartamenti condivisi con studenti o giovani lavoratori, che hanno priorità e abitudini differenti, con il rischio di litigi e complicanze. La piattaforma è dedicata solo a questo target, si occupa di trovare l’alloggio ideale per docenti e ricercatori garantendo coinquilini economicamente stabili e con bisogni affini. L’altro obiettivo è quello di consentire al proprietario di casa di affittare l’intero immobile a insegnanti, così da determinare una rendita e un profitto sicuro, nonché tranquillità.

Hanno messo a disposizione un portale che permette di incontrare, in modo semplice ed in piena sicurezza, la domanda e l’offerta di case o stanze in affitto. La peculiarità è quella di “strizzare l’occhio al cliente”, sia per chi cerca casa (il team si occupa di monitorare tutti gli annunci per verificare la conformità rispetto le necessità degli utenti) sia per colui che offre il proprio stabile in affitto (semplicità di immissione dell’annuncio e diversi pacchetti di offerte in grado di coprire le esigenze di tutti).

Come funziona ProfessoreInAffitto.It?

professori fuori sede

La piattaforma è intuitiva e facile da usare, tutto avviene con rapidità.

Sei un professore che cerca un alloggio? Imposta la ricerca scegliendo fra tre opzioni: appartamenti, stanze o posti letto; scegli una fascia di prezzo e avvia la ricercaI risultati sono geolocalizzati, contengono immagini e informazioni sulla casa. Una volta scelta la soluzione giusta per te, puoi registrarti e contattare il proprietario. Il gioco è fatto!

Vuoi affittare una casa o una stanza? Inserisci l’annuncio del tuo immobile mettendo la descrizione, l’immagine, i dettagli richiesti e scegli il pacchetto clienti che fa per te. Dopo aver concluso la registrazione, non ti resta che attendere un messaggio dai tuoi futuri inquilini!

 

Comments

comments

6 pensieri su “Professori fuori sede: casa cercasi”

    1. Ciao Claudio purtroppo per te non puoi fare questa richiesta sul nostro sito in quanto ci occupiamo di traslochi, sgomberi, montaggio e trasporto di scatole, oggetti e mobili (casa, negozi e uffici).
      Per la tua richiesta dovrai rivolgerti al sito a cui si fa riferimento nell’articolo http://www.ProfessoreInAffitto.It

        1. A quanto pare hanno cambiato il sito o sono stati hackerati… non ne siamo i proprietari e quindi non posso darti una risposta certa. Ci dispiace
          Per qualsiasi altra cosa contattaci e saremo felici di aiutarti
          Buona giornata

  1. Io avrei un appartamento. Se vuoi vedere delle foto, lo trovi su Airbnb con il nome Chippendale House. Se può interessarti, contattami pure al 3371047141. Grazie Laura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − cinque =