Imballaggi per un trasloco di successo: 16 consigli

Imballaggi di successo

Fare imballaggi per una casa intera, in modo ordinato, può essere un compito arduo. Questi 16 consigli vi guideranno nell’impresa e i vostri oggetti arriveranno tutti sani a destinazione. La parte più importante per il giorno del trasloco è fare in modo che tutto sia pronto prima dell’arrivo dei furgoni.

1. Usate imballaggi della dimensione giusta

Oggetti pesanti come libri, piatti e piccoli elettrodomestici dovrebbero andare dentro scatole piccole, in modo da sollevarli facilmente. Evitiamo la rottura da impatto sul pavimento. Utilizzate imballaggi più grandi per le cose più leggere: lenzuola, cuscini, paralumi, giochi da tavolo e abbigliamento.

2. Incartate singolarmente gli oggetti fragili

Consigliamo uno strato di carta da imballaggio nella parte inferiore delle scatole destinate agli oggetti fragili (prendere in considerazione l’uso di divisori per piatti e bicchieri), così da creare un cuscino protettivo. Ogni piatto, ogni vaso deve essere avvolto nella carta singolarmente e poi, se impilabile, separato da uno strato sottile di carta o di pluriball. In ogni caso, non avvolgete mai una pila di piatti per metterla nella scatola, durante il trasporto sarebbero più suscettibili alla rottura. E si, potete utilizzare fogli di giornale; basta sapere che l’inchiostro entrerà in contatto con le vostre stoviglie, motivo per cui la maggior parte dei traslocatori suggerisce la carta imballaggio.

3. Riempite completamente le scatole

Riempite la scatola fino all’orlo, anche solo con altra carta, per fare in modo che non si abbozzi né ammacchi nello spostamento. Ma tenete a mente che gli imballaggi non devono superare i 25 chilogrammi (15 chili sarebbe anche meglio).

4. Imballate tutto ciò che può entrare in una scatola

Può sembrare un sacco di lavoro, ma se è abbastanza piccolo da starci, ha bisogno di andare in una scatola! Questo comprende elettrodomestici come forni a microonde e tostapane. Oggetti come aspirapolvere e scalette possono essere esclusi dalla trafila.

5. Costruite degli strati

Le cose più pesanti dovrebbero andare sul fondo della scatola, quelle con un peso intermedio nel mezzo e le più leggere sulla parte superiore.

6. Fotografate gli apparecchi elettronici prima di smontarli

In questo modo sarà più facile “ricordare” dove collegare tutti i cavi e i fili.

7. Utilizzate buste trasparenti per mantenere in ordine

Le viti e le parti piccole andrebbero riposte in sacchetti per surgelati etichettate in un modo comprensibile, così da ricondurli all’oggetto di appartenenza. Una bustina per ogni tipologia, poi chiudete con il nastro adesivo. Nessun elemento deve essere smarrito. Lo stesso vale per i cavi, tutti confezionati ed etichettati chiaramente.

8. Assegnate un codice di colori alle scatole

Usate adesivi vistosi o nastro da imballaggio di diversi colori (rosso per il soggiorno, blu per la cucina, giallo per la camera da letto) per assegnare un riferimento alla stanza. Attaccate gli adesivi su tre lati e sulla parte superiore della scatola in modo da facilitare il riconoscimento.

9. Create un inventario (soprattutto se siete una persona smemorata)

Assegnate un numero a ogni pacco e create un elenco  del contenuto corrispondente, poi scrivete a quale stanza appartiene. Questo vi aiuterà a stabilire una priorità e avere un ordine quando le aprirete, inoltre, significherà sapere subito se una scatola manca. Speriamo non si verifichi questo evento!

10. Etichettate gli imballaggi sul lato

Se tutto viene scritto sulla parte superiore, quando le scatole saranno accatastate l’una sull’altra, sarà difficile leggere cosa contengono.

11. Non mischiate oggetti di stanze diverse

È forte la tentazione di usare i maglioni per attutire le stoviglie della cucina. Vietato. Alla fine, smistare gli oggetti si rivelerà solo una perdita di tempo ulteriore!

12. Impacchettate una stanza per volta

Se possibile, riponete nelle scatole una stanza alla volta. Svuotare una camera alla volta rende il compito più facile e alleggerisce lo stress. Iniziate con gli imballaggi delle stanze vissute di meno, poi viceversa, riordinerete prima quelle più frequentate.

13. Per l’abbigliamento, usate le scatole da armadio

È vero, per non arrivare stropicciati, i vestiti non dovrebbero lasciare la stampella. Non usiamola come scusa. È solo pigrizia. Se volete essere sicuri di portare ogni capo d’abbigliamento entro il prossimo anno, consigliamo le scatole.

14. Fate un piano per quadri e pezzi d’antiquariato

Se possibile, fate valutare e documentate con fotografie la vostra arte prima del trasloco. Quindi assicuratevi di pianificare con i traslocatori come avverrà lo spostamento di questi pezzi e come verranno imballati. Se avessero caratteristiche particolari, segnalate gli accorgimenti da prendere.

15. Farsi aiutare dai traslocatori per gli elettrodomestici

Anche se avete deciso di fare da soli tutti gli imballaggi, potete accordarvi, in anticipo, affinché i traslocatori vi aiutino con televisori, impianti stereo eccetera. Conosceranno il modo migliore di impacchettare gli elettrodomestici per farli arrivare nella casa nuova senza danni .

16. Prendete in considerazione traslocatori che impacchettino tutto per voi

Scegliere traslocatori disposti a impacchettare tutti i vostri averi porta alcuni vantaggi: il più grande? Fanno tutto in un giorno! Il disagio per la vostra vita quotidiana sarà ridotto al minimo. Se doveste decidere di seguire questa strada, sarebbe meglio chiedere prima un preventivo, perché il rovescio della medaglia è il costo più alto. Eliminare lo stress dell’imballaggio potrebbe valerne la pena, bisogna solo decidere.

BUON LAVORO!

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − quindici =